Parlando di sistema immunitario-parte I

E’ molto che non scrivo un articolo ma a volte trovare tempo per dire qualcosa di sensato ed utile è difficile. Ma ora che sono come voi in casa per l’emergenza coronavirus mi è più facile radunare le idee e parlarvi di un argomento di sicuro interesse: il nostro sistema immunitario.

Innanzi tutto diciamo che il sistema immunitario non è mai spento ma è sempre attivo e vigile; è in grado di rispondere a stimoli provenienti dall’esterno ma anche dall’interno del nostro corpo e per funzionare alla perfezione deve sempre mantenere un equilibrio tra queste due attività.

E’ costituito da due componenti: il sistema immunitario innato o aspecifico ed il sistema immunitario adattativo o specifico.

Il sistema immunitario innato utilizza dei sistemi di difesa aspecifici che non tengono in considerazione chi è l’aggressore (può essere un virus o un batterio o un altro patogeno). E’ costituito dalla cute e dalle mucose (che devono essere integre per svolgere il loro ruolo di barriera), dai secreti di cute e mucose ( come saliva, sudore), da proteine con attività antimicrobica (prodotte dal nostro organismo) e dalla risposta infiammatoria (che quindi non deve sempre essere vista come un evento dannoso).

Il sistema immunitario specifico è invece in grado di sviluppare una risposta diretta verso un particolare agente patogeno: è antigene-specifica (riconosce particolari agenti patogeni ed agisce contro di essi), è sistemica ed ha memoria (in un secondo contatto con l’agente patogeno specifico la risposta è più veloce e più forte). Distinguiamo una risposta umorale, mediata da anticorpi che si spostano attraverso i liquidi dell’organismo, ed una risposta cellulare, dove i fattori difensivi sono cellule del nostro organismo in grado di riconoscere cellule infettate da virus, cellule neoplastiche e cellule di trapianti estranei.

I linfociti sono un gruppo di cellule del sistema immunitario in grado di promuovere sia una risposta aspecifica (liberando molecole con attività infiammatoria) sia specifica (lisando le cellule infette o malate).

Per antigene si intende una qualsiasi sostanza capace di mobilitare il nostro sistema immunitario e provocare una risposta. Il coronavirus è per noi un antigene.

Nel corso del suo sviluppo il nostro sistema immunitario fa l’inventario di tutte le molecole che ci compongono e che per questo vengono riconosciute come parte di noi (self); tali molecole, in un sistema immunitario in equilibrio, non andranno a stimolare nessuna risposta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...