Cibi si/ cibi no….a stomaco vuoto

Ogni mattina quando ci svegliamo, il nostro stomaco è vuoto da almeno dieci ore. Dopo viaggi, lunghi spostamenti o giornate particolarmente impegnative, possiamo trovarci anche durante la giornata a far passare lunghi periodi tra un pasto e l’altro. Cosa fare in questi casi?
Sicuramente bere almeno due bei bicchieri d’acqua naturale a temperatura ambiente. È stato infatti dimostrato che bere acqua a stomaco vuoto favorisce l’eliminazione delle tossine e mette in moto il metabolismo. Dunque se per problemi di stomaco appena svegli non potete bere il classico bicchiere di acqua, limone e zenzero, affidatevi comunque al potere rigenerante dell’acqua e bevetene in abbondanza. Contribuisce inoltre a una corretta regolazione della temperatura interna, all’idratazione degli organi vitali e all’ossigenazione delle cellule.

Ma si parlava di mangiare. E quando si è a stomaco vuoto la tentazione è di affidarsi a un pasto mordi e fuggi senza prestare molta attenzione a quello che stiamo ingerendo. Questo è un errore da non fare: potremmo scegliere alimenti che possono provocare acidità, irritazioni e danneggiare le mucose. Ecco allora una lista di cibi a cui affidarsi e quali invece evitare.

I cibi da assumere a stomaco vuoto sono:
1. le noci aiutano a ridurre l’acidità dello stomaco e sono perfette da assumere a stomaco vuoto
2. l’avena crea un rivestimento gastrico che è utile per proteggere lo stomaco dall’azione dell’acido cloridrico prodotto per digerire gli alimenti
3. la papaya contiene la papaina, indicato per favorire una corretta digestione
4. le uova sono una buona fonte di proteine ideali da assumere anche a stomaco vuoto
5. i cereali integrali contengono carboidrati complessi da assumere di prima mattina a stomaco vuoto
I cibi da evitare a stomaco vuoto sono:
1. arance e mandarini, anche se spremuti, possono aumentare il rischio di gastriti
2. il caffè può favorire la secrezione di acidi gastrici
3. salse e cibi piccanti possono causare forti irritazioni gastriche
4. pane, brioche e altri lievitati tendono a dilatare lo stomaco vuoto
5. pomodori e cetrioli possono causare crampi e dolori addominali
6. le pere sono ricche di fibre grezze che, se non associate ad altri alimenti, possono danneggiare le mucose dello stomaco

Tanto per fare degli esempi: due cucchiai di fiocchi d’ avena messi in ammollo per tutta la notte in latte vegetale, un cucchiaio di miele, una manciata di frutta secca ed oleosa (come prugne, uva passa, fichi, noci, mandorle, nocciole etc.). Oppure: 30 gr di avena in chicco cotta nel latte vegetale e poi condita con un cucchiaino di marmellata ed arricchita con frutta fresca e frutta secca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...